Caso Gilardoni. La società risponde al Corriere della Sera

20 Settembre 2016 | Economia, Lario, Mandello

gilardoni raggi X mandelloMANDELLO DEL LARIO – La vicenda della Gilardoni Raggi X è balzata alle cronache il 12 aprile, con un blitz della Questura di Lecco nell’azienda mandellese: inizialmente difficile decifrare la motivazione alla base della retata, scartata l’opzione sicurezza nazionale si è poi parlato di maltrattamenti ai dipendenti.

Nell’occhio del ciclone per indagini su maltrattamenti avvenuti all’interno della ditta, il fascicolo della Gilardoni raccoglie però anche denunce risalenti agli anni scorsi. Una cinquantina sono i nomi dei dipendenti finiti nel faldone: tra loro figurano gli stessi querelanti ma anche colleghi che in questi giorni continuano ad essere ascoltati come persone informate dei fatti.

Di pochi giorni fa poi la testimonianza riportata dal Corriere della Sera di Deborah Del Giovannino, che dopo 12 anni nell’azienda come operaia è stata portata dalla titolare Cristina Gilardoni a fare la segretaria di direzione e ha raccontato l’inferno alla quale è stata sottoposta.

gilardoni-cristinaA quattro giorni dal racconto pubblicato dal quotidiano di via Solferino è arrivata la risposta del legale della Gilardoni Raggi X Spa Remo Danovi, attraverso la quale la società mandellese prende le distanze da quanto pubblicato. La riportiamo integralmente.

La S.p.A. Gilardoni esprime il più profondo dissenso per quanto pubblicato in questi giorni dalla stampa. I giudizi espressi sono infatti del tutto inconsistenti, avventati e diffamatori, e sono sconfessati proprio dalla realtà aziendale e dall’impegno profuso dal Presidente Cav. Lav. Cristina Gilardoni in tutti questi anni, per valorizzare e sviluppare un’azienda che è leader nel settore e nel territorio.

Nel riaffermare quindi la totale infondatezza delle criticità denunciate in relazione ai fatti indicati, come definitivamente confermata – peraltro – da numerose pronunce degli organi giurisdizionali, la società rileva come sia paradossale che un’azienda alla quale sono addette moltissime persone, e si propone di assumere ulteriori maestranze, venga osteggiata e criticata con tale veemenza e discredito proprio da quei soggetti istituzionali che avrebbero interesse a sostenere le iniziative e i livelli occupazionali del territorio.

La società è infatti impegnata da alcuni mesi in una significativa campagna di ricerca e selezione di personale qualificato, che ha recentemente permesso l’inserimento di nuove figure apicali in ambito sia tecnico che commerciale, colmando così le posizioni che risultavano scoperte e accrescendo proficuamente il processo di sviluppo aziendale in atto da tempo.

La S.p.A. Gilardoni conferma quindi la piena e fattiva operatività nonché la solidità dell’azienda, respingendo ogni critica e riservandosi ogni azione necessaria a tutela dell’immagine e del patrimonio aziendale”.