BELLANO – “Complici la riscoperta del turismo di prossimità e la naturale bellezza del nostro borgo, Bellano si è affermata tra le più rinomate mete turistiche del Lago di Como”. Lo afferma la lista ‘Progetto Comune‘ in una nota che prosegue così: “Richiamati dal caratteristico centro storico, dal nostro suggestivo Orrido, dalle mostre ed eventi organizzati dalle associazioni del territorio, dai panoramici sentieri che conducono alle frazioni e dalla bellezza senza tempo degli alpeggi della Muggiasca, sono numerosi i visitatori che raggiungono quotidianamente il nostro paese, con un trend che negli ultimi anni appare in costante crescita”.

Proseguendo il lavoro del gruppo consiliare Bellano Bella da cui è recentemente nato Progetto Comune “continueremo a sostenere gli investimenti nel Settore Turistico, nella consapevolezza che l’economia da questo derivante svolga un ruolo di primaria importanza per il futuro del nostro Comune. L’avvento della stagione estiva 2021, in concomitanza con un netto miglioramento dei dati epidemiologici, ha determinato l’arrivo di un elevato numero di  visitatori che, soprattutto nei fine settimana, giunge a Bellano per godere delle bellezze storiche, artistiche e naturali. Tutte queste considerazioni spingono, tuttavia, ad una dovuta e necessaria riflessione, scaturita dal confronto con i nostri concittadini che, quotidianamente, devono affrontare le problematiche derivanti: quale turismo Bellano è in grado di attrarre? Come coniugare l’impulso turistico con le necessità dei residenti?”.

Progetto Comune “crede che ogni investimento nel Settore Turistico, sia esso volto alla promozione di Bellano, alla programmazione di eventi o alla predisposizione di nuovi ed ambiziosi progetti, debba prioritariamente basarsi su un corrispondente aumento delle strutture ed infrastrutture che il paese è in grado di offrire. Non è pensabile lasciare, come finora è di fatto accaduto, che l’enorme flusso di turisti che soprattutto nei fine settimana giunge a Bellano si muova senza alcun tipo di coordinamento, delegando al solo buon senso delle persone l’autonoma regolamentazione. Si assiste, infatti, a bivacchi nella zona a lago, con tavolini, lettini ed ombrelloni piantati in zona Puncia ed Eliporto, a parcheggi selvaggi su tutto il territorio comunale ed in particolare in piazza S. Giorgio ed in Coltogno. In un fine settimana di giugno, alcuni “visitatori” hanno addirittura improvvisato una grigliata con tanto di musica all’interno del cimitero comunale”.

“Molti sono i Comuni del Territorio – aggiunge Progetto Comune – che hanno da tempo avviato una riflessione con l’obiettivo di individuare soluzioni percorribili ed in grado di mediare tra le differenti esigenze, ponendo nel contempo un freno all’eccessiva sregolatezza”.

La lista guidata da Andrea Nogara, “nella convinzione dell’assoluta necessità di arrivare ad un maggiore equilibrio tra l’esigenza dello sviluppo turistico e la necessità di garantire la vivibilità del nostro comune, chiede che l’attuale Amministrazione Comunale predisponga nel breve termine i dovuti Regolamenti atti a meglio gestire il flusso turistico nelle zone di maggior concentrazione, dandone opportuna segnalazione con l’installazione della necessaria cartellonistica, oltre ad un potenziamento dei controlli sui divieti già esistenti da parte della Polizia Locale, valutando, inoltre, l’opportunità di un ampliamento dell’organico in servizio, colmando una lacuna che si protrae da tempo, anche in seguito alla fusione dei Comuni di Bellano e Vendrogno e il conseguente aumento del territorio da presidiare. In aggiunta alla richiesta di Regolamentazione degli Spazi Pubblici, Progetto Comune rinnova l’istanza di una
definizione delle norme di comportamento per la fruizione del Parco delle Rimembranze, alla quale l’attuale amministrazione non ha mai dato seguito”.

“È, infine, doverosa una considerazione su un argomento prioritario quale quello dei parcheggi, storicamente e cronicamente sottodimensionati su un territorio comunale che è fortemente dislocato e composto da numerose frazioni, per giunta scarsamente collegate dal trasporto pubblico locale, in particolar modo nei giorni festivi. L’individuazione di nuovi posti auto ad esclusivo utilizzo dei residenti, la creazione di parcheggi di interscambio nelle frazioni ed investimenti su nuove forme di mobilità sono una necessità quotidiana non più rinviabile per Bellano. In senso contrario va, attualmente, l’inizio dei lavori di superamento del passaggio a livello con la creazione del sottopasso: sebbene l’opera sia fondamentale e giunga finalmente dopo lunga attesa, ridurrà nell’immediato il numero di stalli disponibili nel parcheggio della Stazione (ossia il più vasto parcheggio del Comune); solo la creazione del silos, per ora previsto esclusivamente in fase preliminare, potrebbe in parte alleviare i disagi che ne conseguiranno. In prospettiva, pertanto, la situazione, già oggi allo stremo per i bellanesi, subirà un ulteriore peggioramento costringendo ad evitare più di ora ogni spostamento soprattutto nei giorni festivi”.

Progetto Comune conclude affermando che “offre ed offrirà come sempre il proprio contributo, nell’esclusivo interesse dei cittadini e nella piena convinzione che il Turismo Responsabile vada promosso, incentivato e coltivato, purché regolamentato e controllato, a beneficio di residenti e viaggiatori”.

0Shares