BELLAGIO – La musica di Lac Sublime non finisce e intona, nella seconda metà di luglio, il suo secondo atto con una serie di appuntamenti diffusi che portano musica e cultura su tutte le rive del Lario da Bellagio, cuore pulsante della X edizione del Festival di Bellagio e del Lago di Como, fino a Lecco e al cuore della tradizione manzoniana per risalire fra le vette del triangolo lariano.

Concerti gratuiti, alla sera, ma anche di giorno, con la nuova rassegna al museo del GhisalloI Suoni del Lario” – con il solo obbligo di prenotazione – il palinsesto di Lac Sublime spazia dalla musica per orchestra a quella cameristica, dall’opera alla nuova musica, passando il cinema muto rimusicato.

Cardine e voce dell’intera programmazione è la Bellagio Festival Orchestra. “I prossimi appuntamenti fanno entrare nel vivo il progetto culturale di Lac Sublime e il cuore della X Edizione del Festival di Bellagio e del Lago di Como, grazie alla varietà delle proposte che spaziano tra i grandi classici dell’Italianità, cui abbiamo voluto dedicare questa edizione, in una riscoperta continua della musica del nostro Paese”, spiega Rossella Spinosa, pianista e compositrice milanese, anima del Festival e del Palinsesto Lac Sublime.

Madonna del Ghisallo

E così, il palinsesto da mercoledì 21 luglio, per tutto il mese, si arricchisce della Rassegna “I Suoni del Lario” al Ghisallo. L’appuntamento è ogni giorno alle 12, vicino alla Madonna più amata dai ciclisti. In collaborazione con l’associazione Tema, il centro di Musica Contemporanea, Lombardia Musica ed il Museo del Ciclismo di Magreglio, parte la nuova rassegna che sottolinea in musica questa vetta, che è nel cuore di tutti gli scalatori a due ruote. Il primo concerto è affidato al flauto di Giusy Malito, giovedì 22 tocca a Marco e Gianluigi Nuccini, venerdì 23 ecco il violino di Tania Camargo Guarnieri: l’appuntamento è sempre nel parco fra chiesa e museo, fino ad esaurimento posti.

Giovedì 22 luglio alle 21, torna Musica sotto le stelle alla ex Biblioteca comunale di Bellagio con il baritono Davide Rocca e Alessandro Calcagnile al pianoforte, su musiche di Mozart, Rossini e Donizetti. In caso di maltempo i concerti verranno trasmessi in streaming sul canale instagram del Festival di Bellagio e del lago di Como.

Venerdì 23 luglio alle 21, per il Festival di Bellagio e del lago di Como, la chiesa di San Giacomo nel cuore del borgo di Bellagio, si trasforma con l’ensemble della Bellagio Festival Orchestra, in un palco d’eccezione, proponendo un appuntamento dove il sacro e la preghiera si fondono con l’arte del cinema, grazie al cine concerto dedicato a Frate Sole. La restituzione francescana in quattro atti porta la firma in regia e alla sceneggiatura di Mario Corsi: il film muto, capolavoro del 1918, dedicato alla vita di San Francesco di Assisi trova nuova voce, dopo il restauro del 1998, grazie all’esecuzione dal vivo di Rossella Spinosa e alle sue rielaborazioni della partitura originale per orchestra e coro di Luigi Mancinelli. Spinosa ha sviluppato negli anni una vasta e profonda esperienza, rimusicando oltre cento pellicole di film muto.

Domenica 25 luglio alle 21 fiati all’opera nella Corte d’Onore di Villa Manzoni a Lecco. I maestri sono quelli della Bellagio Festival Orchestra: diretti da Alessandro Calcagnile, con la partecipazione del soprano Monika Lukacs, l’orchestra porta sul lago le migliori arie della tradizione operistica italiana, insieme ad un omaggio a Mozart. E allora spazio alle note de Il Flauto Magico e Le Nozze di Figaro a dialogare con Il Barbiere di Siviglia o La Cenerentola di Rossini, passando per Donizetti e per Verdi con Caro Nome da Rigoletto e Addio del passato da Traviata.

I dettagli degli appuntamenti sono su www.lakecomo.events. Nel rispetto delle norme anti covid, tutti gli appuntamenti, gratuiti e in presenza, vanno prenotati obbligatoriamente via mail su prenotazioni@lakecomo.events. Per informazioni 333 2512677.

0Shares