Gravedona. Ansia per l’ex vigile ustionato nell’esplosione

12 Luglio 2019 | Ovest

GRAVEDONA ED UNITI – È sempre ricoverato in gravi condizioni all’ospedale “Niguarda” di Milano Gino Mantova, l’ex vigile 66enne di Stazzona rimasto seriamente ustionato e ferito in seguito all’esplosione nella quale è morto l’operaio di Garlate Mauro Pigazzini, ieri a Gravedona.

Mantova, già agente della Locale di Domaso ora in pensione, è il proprietario dell’abitazione dove Pigazzini, 52 anni sposato con figli, stava rifornendo di Gpl la cisterna di casa.

L’incendio successivo al “botto” ha investito anche il titolare dell’immobile, in quel momento a poca distanza dall’esplosione: traumatizzato e con ustioni gravi, l’uomo è stato trasportato prima al vicino nosocomio di Gravedona quindi – viste le condizioni preoccupanti – al centro specializzato del Niguarda.

 

LEGGI ANCHE:

Gravedona. Esplosione di gas, muore 53enne di Garlate