BELLANO – Un’idea innovativa per Mario Balbiani, giardiniere bellanese appassionato di presepi, che ci racconta: “Dall’anno nuovo ho iniziato un nuovo progetto che mi impegna nel dopo lavoro e nei momenti liberi: una città di fondovalle e sulle montagne un impianto sciistico. Le misure sono inferiori rispetto al presepe, questa ha una base di 3 metri per 1,60 e credo di completare il tutto per la fine della primavera o inizio estate”.

“Sopra costruisco le montagne, con un treno a vapore che sale e porta i turisti a sciare, da qui parte tutto, l’innevamento artificiale e l’impianto di risalita, il gatto delle nevi che batte le piste da sci, gli sciatori nelle discese. Nel fondovalle ci sarà la simulazione di un incidente stradale con l’intervento dei mezzi di soccorso” spiega il costruttore.



“Come mezzi di trasporto delle città ho pensato a treni, tre per la precisione, bus e a sorvolare un elicottero. Ad aiutarmi c’è il mio amico e collega Gianmario Ortelli, in due abbiamo più idee e ci confrontiamo, proviamo a metterle in atto e facciamo le modifiche che ci sembrano più corrette”.

Due parole anche sulla visita al presepe da parte del pubblico: “Hanno apprezzato, ci sono stati molti visitatori, anche se i vari DPCM hanno limitato gli spostamenti. Io mi ritengo molto soddisfatto, mi ha fatto piacere che tutti abbiano capito l’impegno che ci ho messo a costruire il presepe”.

S. F.

LEGGI ANCHE

Presepi. 200 statuine tutte in movimento, è l’opera di Mario Balbiani

0Shares