LECCO – In base agli esiti analitici dei campionamenti effettuati il 7 e 8 giugno 2021, il bollettino diramato oggi dalla Agenzia di Tutela della Salute (ATS) della Brianza esprime questi giudizi ai fini della balneazione:

Per quanto riguarda, invece, la località Ona (Annone Brianza), gli esiti analitici dei campionamenti effettuati l’8 giugno non sono risultati favorevoli per un parametro microbiologico: presenza di Escherichia coli oltre la norma (valore maggiore di 1000 UFC* ogni 100 millilitri). “Pertanto la località indicata non è idonea all’uso a scopo di balneazione”.

Inoltre, data l’estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale (cianobatteri) in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, l’ATS ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi.

È comunque buona norma, a tutela della salute, adottare questicomportamenti:

-evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione;
-fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa;
-sostituire il costume dopo il bagno.

L’ATS sottolinea infine che “il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e/o disturbi gastrointestinali”.

I giudizi di balneabilità sono consultabili presso i collegamenti internet :
https://www.ats-brianza.it/index.php/it/ricerca?q=balneazione&Search
http://www.portaleacque.salute.gov.it/PortaleAcquePubblico/homeBalneazione.do.

0Shares