Dervio. Si disegna l’anello di atletica, sarà l’unico sul Lario orientale

12 Giugno 2020 | Dervio, Sport

DERVIO –  Grazie alla stretta collaborazione tra Us Derviese e amministrazione comunale è allo studio la riqualificazione del centro sportivo “Azzurri d’Italia” con la realizzazione della pista di atletica e il rettilineo per i 100 metri.

La riqualificazione dell’area va nella direzione di incentivare sempre più la pratica sportiva, soprattutto nelle nuove generazioni, ma non solo, proponendo così strutture moderne e all’avanguardia, garantendo anche la piena sicurezza degli atleti i quali potranno tranquillamente praticare atletica senza il continuo rischio di dover per forza allenarsi non sempre sulla strada, considerando che in inverno alle 17 è buio.

Grazie al costante impegno messo in campo negli ultimi mesi, in particolar modo dal consigliere con delega allo Sport Michael Bonazzola, dal consigliere con delega alle associazioni Angelo Sandonini e dal presidente dell’Unione Sportiva Derviese Cristian Adamoli si sta producendo un risultato molto importante. Adamoli, in pochissimo tempo, ha messo in campo una squadra di tecnici i quali, a servizio della comunità senza alcun onere, stanno studiando la miglior soluzione per la realizzazione della pista di atletica composta da un anello di quattro corsie della lunghezza di 300 metri e il rettilineo dei 100 metri, tutto regolarmente illuminato per garantire la possibilità di allenamento serale e che, con tutta probabilità, sarà posizionata intorno all’attuale campo di calcio a 11, andando a ridurne solamente in piccola parte le dimensioni, garantendo comunque la possibilità di disputare tutta l’attività calcistica sia del settore giovanile a livello regionale sia un’eventuale squadra di prima categoria.

Di pari passo con la creazione della pista di atletica avverrà anche la ristrutturazione degli spogliatoi, andando ad operare principalmente sul rifacimento degli impianti e su una pratica riorganizzazione degli spazi. Inoltre si procederà con lo studio per la creazione di un secondo campo da beach volley da posizionare con tutta probabilità parallelamente a quello già esistente oltre che allo spostamento della pedana e fossa del salto in lungo in prossimità del rettilineo dei 100 metri.

Partendo da Lecco sino a Sondrio da un lato e Chiavenna dall’altro, non esistono piste di atletica, per questo il nuovo centro sportivo sarà unico del suo genere e punto riferimento per tutta la sponda orientale del lago.

“Questa scelta – commenta il sindaco Stefano Cassinelli – valorizza notevolmente l’offerta sportiva di Dervio, integrando così uno dei centri più attraenti sul territorio lombardo, promuovendo sempre di più l’offerta sportiva e l’atletica leggera, realtà che a Dervio nell’ultimo decennio, dopo un periodo di stasi, sta riemergendo diventando un punto di riferimento per tutto l’Alto Lago di Como, concentrando al proprio interno atleti non solo derviesi ma provenienti appunto anche dai paesi limitrofi, oltre che a livello provinciale e regionale anche nel palcoscenico nazionale. Dervio in atletica è sinonimo di mezzofondo; diversi gli atleti che hanno portato in risalto il nome del nostro paese, da prima con Federico Fumagalli, Paola Testa, Davide Raineri, Damiano Polti poi Mustafa Belghiti e ora i giovani Mattia Adamoli, Ilaria Menatti, adesso anche in una specialità tecnica e particolare come il giavellotto con Simone Buzzella”.