La prima cosa che dovete sapere per poter iniziare il processo di disdetta da questo emittente televisivo, è che l’azienda richiede un minimo di 30 giorni di preavviso per poter esporre la vostra richiesta di recessione dal contratto. E, se questa dovesse arrivare prima della scadenza dello stesso, dovrete versare un’ammenda di €11.53 (tale cifra potrebbe aumentare se avrete all’attivo offerte supplementari). *

*qualsiasi tipo di penale è annullata solo nel caso in cui abbiate stipulato il contratto tramit
chiamata o sito web, e solo se sono passati meno di 14 giorni dalla vostra adesione (Legge Bersani sul Diritto di Ripensamento)

Dovete quindi comunicare a Sky la vostra scelta di recessione e, solo una volta inviata la richiesta, potrete procedere ad avviare il tutto. Per farlo, potete seguire diverse strade, che vi verranno esposte di seguito:
-Chiamando la Sky e seguendo le istruzioni che vi verranno fornite da loro;
-Mandando una raccomandata;
-Operando tramite PEC;
-Affidandovi ad un’azienda che si occupa di disdette. (Trovate qui un esempio sulla disdetta Sky)

Tranquilli, non dovrete seguirle tutte! Vi basterà sceglierne una, valutandone i pro e i contro: nel primo caso, ad esempio, il servizio è gratuito ma il processo potrebbe essere molto lungo e in ogni caso non avrete una prova fisica dell’avvenuta recessione; nel secondo caso avrete la prova, ma dovrete affidarvi alle tempistiche delle poste italiane e affrontare il costo della raccomandata; nel terzo caso avrete la prova, la celerità e la gratuità ma dovrete essere in possesso di un indirizzo pec; nella quarta non dovrete pensare a nulla (visto che sarà l’azienda stessa a farsi carico di tutto), il procedimento sarà veloce e vi tutelerá legalmente, però ha un costo.

Una volta scelto e seguito uno degli iter precedentemente proposti, dovrete aspettare di essere contattati da Sky e confermare la vostra disdetta; solo così avrete portato a termine l’intero processo. Se, nel frattempo, non ci avrete ripensato, vi resterà solo un’ ultima cosa da fare arrivati a questo punto: riconsegnare ogni decoder o apparecchio che avete ricevuto in comodato d’uso, portandoli al centro Sky più vicino a voi o chiamando l’199 100 400 per scoprire l’indirizzo al quale inviarli. Tale passaggio dovrà essere compiuto entro 45 giorni dalla conclusione della disdetta o rischierete di dover pagare di tasca vostra ogni apparecchio non rimandato al mittente.

Siamo sicuri che, se seguirete questi passaggi, riuscirete a dire addio alla Sky più o meno in fretta, senza impazzire troppo nel cercare di capire cosa fare e come farlo per potervi finalmente liberare del contratto stipulato con loro. In ogni caso, per maggiori informazioni, potete sempre provare a chiamare il servizio clienti. Buona fortuna a tutti!

 

 

0Shares