LECCO – La sicurezza sul lavoro è un tema imprescindibile, i segretari generali territoriali di Cgil, Cisl e Uil sono fermi e decisi nel parlare di questo fondamentale tema. Nel primo trimestre del 2021, purtroppo, in tutto il territorio lecchese si sono registrati 853 infortuni sul lavoro, di cui uno mortale. Questi dati però non contemplano i casi di Covid, che sono contati a parte. Da gennaio 2020 a marzo 2021 i casi di contagio sul lavoro sono stati 1.313, di cui 965 donne e 348 uomini.

“Non è cambiato nulla negli ultimi decenni – sottolinea Diego Riva, segretario generale Cgil Lecco –: sul lavoro si continua a morire come cinquant’anni fa, e gli incidenti sono uguali a quelli che avvenivano nel 1910. Tutto questo non va bene”. A tal proposito le organizzazioni sindacali hanno previsto un’iniziativa sotto il palazzo della Regione Lombardia, a Milano, il prossimo lunedì 31 maggio, in cui si sensibilizzerà il paese riguardo la salute nei luoghi di lavoro. Giovedì 20 maggio, saranno organizzate assemblee nelle aziende di tutta la regione.

> CONTINUA A LEGGERE su

SICUREZZA SUL LAVORO: “SI MUORE COME 50 ANNI FA, 853 GLI INFORTUNI IN 3 MESI”

 

0Shares