PERLEDO – La piccola enciclopedia di Perledo l’8 settembre lancia un appello e una sfida alle liste civiche guidate dai rispettivi candidati sindaco: Fabio Festorazzi, Gianpaolo Venini e Marinella Sala.

Mediante il sito wikiperledo.org pubblica una tabella con settori e aree di intervento per un eventuale programma elettorale, in cui è possibile inserire i punti specifici degli obiettivi che la lista si propone di raggiungere nel proprio mandato.

“Il quadro – afferma Renato Ongania, fondatore di WikiPerledo – riassume e permette di confrontare i diversi programmi elettorali delle liste in competizione a Perledo per coadiuvare il processo di scelta del singolo elettore rispetto agli obiettivi dei diversi programmi delle liste in competizione per le elezioni amministrative di Perledo 2021.

Ongania in quello che sembra un “esperimento di comunicazione” chiarisce che la sfida-appello alle tre liste è stata lanciata simbolicamente l’8 settembre [in concomitanza con l’anniversario dell’annuncio dell’Armistizio di Badoglio, Ndr] “Per il bene di Perledo”.

Un appello a “Giocare a carte scoperte – prosegue Ongania – fare in modo che ci si concentri sulla definizione di programmi strutturati il più possibile rispondenti ai bisogni di Perledo, piuttosto che su forme rituali di “cannibalismo elettorale” (tipiche di un piccolo comune), che producono disvalore nella Comunità e non giovano a nessuno. Il quadro vuole essere un aiuto al processo democratico delle elezioni amministrative e – conclude – si avvale delle funzionalità specifiche di una city wiki come WikiPerledo. I candidati possono inviare i propri obiettivi di programma all’indirizzo info@wikiperledo.org”.

Nelle aree di intervento individuate vi sono riferimenti all’emergenza Covid-19, ma anche ad un’emergenza idrogeologica, poi, infrastrutture, politiche per gli anziani, la scuola, i giovani (con riferimento a politiche contro alcool e droga), l’ambiente, sostegno alle attività produttive, terzo settore, viabilità, patrimonio, turismo, politiche della casa, vigilanza, di comunicazione istituzionale e per finire politiche di bilancio (una nota chiede conto di come verrà gestito il debito residuo dell’ente pari a 1.228.538 maturato al 2020).

Il quadro proposto da WikiPerledo chiede conto anche di un orientamento delle liste in relazione alle future riorganizzazioni delle unità amministrative (accorpamenti, unioni, fusioni dei comuni), ai rapporti con le alte forze politiche e alla legalità.

In caso di sconfitta viene chiesto se il candidato sindaco rimarrà in consiglio comunale o si dimetterà, un chiaro deterrente per evitare approccio di candidatura che rispondono al proverbio “Se la va la gh’ha i gamb”.

 

0Shares