Bim. Se nel bacino montano entrano i (ricchi) paesi brianzoli

24 Ottobre 2017 | Abbadia, Alto Lario/Colico, Bellano, Colico, Dervio, Dorio, Economia, Lario, Lecco, Lierna/Varenna, Mandello, Ovest, Perledo/Esino, Politica, Valli, Valsassina, Valvarrone

Logo ComuneGRAVEDONA ED UNITI – Che ci fanno Robbiate e Paderno d’Adda nel nostro B.I.M. (Consorzio Bacino Imbrifero Montano)? Semplice, vengono inclusi perché portano soldi. Molti euro. Si parla di addirittura di mezzo milione, una bella sommetta che fa chiudere gli occhi e convince gli oltre 70 Comuni del BIM presenti all’assemblea generale di lunedì sera a votare compattamente a favore dell’entrata nell’ente dei due paesi brianzoli.

L’inclusione è stata compiuta modificando lo statuto del Consorzio con sede a Gravedona, così come l’approvazione dell’uscita di dodici dei Comuni finora partecipanti, sostituiti da altri quattro.

Ma cos’è e come funziona questo “B.I.M. del Lago di Como, Brembo e Serio”? Il termine bacino imbrifero montano (dove “imbrifero” deriva dalla parola latina imber = pioggia) indica una zona che raccoglie le acque piovane che alimentano un fiume.

Presidente è attualmente Cesare Galli, sindaco di Vendrogno.

Il Consiglio Direttivo è composto da 4 membri oltre il presidente, eletti dalla Assemblea Generale nel proprio seno in modo tale che sia assicurata la rappresentanza di tutte le zone. Pertanto, ognuno dei quattro membri eletti rappresenta una delle zone indicate all’art. 5 dello Statuto, ad eccezione della zona già rappresentata dal Presidente.

ENRICO MANZONI ZONA DI RAPPRESENTANZA N. 1
GUIDO DELL’ERA ZONA DI RAPPRESENTANZA N. 2
GIANVITTORIO REDENTI ZONA DI RAPPRESENTANZA N. 3
CESARE GALLI ZONA DI RAPPRESENTANZA N. 4
CRISTINA BARTESAGHI ZONA DI RAPPRESENTANZA N. 5

L’Assemblea Generale del Consorzio è composta da un rappresentante del

Palazzo Gallio a Gravedona, sede B.I.M.

Comune consorziato nella persona del Sindaco o di un suo delegato nominato con apposito decreto, con designazione esclusiva dello stesso anche al di fuori del consiglio comunale. L’Assemblea decade con la scadenza naturale della metà più uno dei comuni consorziati; i componenti possono essere riconfermati.

I Comuni consorziati:

Zona 1
Griante, Tremezzina, Sala Comacina, Colonno, Pigra, Blessagno, San Fedele Intelvi, Alta Valle Intelvi, Castiglione Intelvi, Casasco Intelvi, Cerano Intelvi, Schignano, Dizzasco, Brienno, Laglio, Carate Urio, Moltrasio, Cernobbio.

Zona 2
Sorico, Montemezzo, Trezzone, Vercana, Domaso, Livo, Peglio, Dosso del Liro, Gravedona ed Uniti, Stazzona, Garzeno, Dongo, Musso, Pianello del Lario, Cremia, San Siro, Cusino, Grandola ed Uniti, Carlazzo, Plesio, Menaggio.

Zona 3
Como, Brunate, Tavernerio, Blevio, Torno, Faggeto Lario, Albavilla, Erba, Albese con Cassano, Caglio, Pognana Lario, Zelbio, Sormano, Nesso, Veleso, Lezzeno, Bellagio,Oliveto Lario, Magreglio, Barni, Lasnigo, Valbrona, Valmadrera, Civate, Suello, Cesana Brianza.

Zona 4
Colico, Dorio, Vestreno, Sueglio, Introzzo, Tremenico, Pagnona, Premana, Dervio, Introbio, Casargo, Vendrogno, Bellano, Margno, Crandola Valsassina, Taceno, Parlasco, Cortenova, Primaluna, Pasturo, Barzio, Moggio, Cassina Valsassina, Cremeno, Morterone, Perledo.

Zona 5
Varenna, Esino Lario, Lierna, Mandello del Lario, Abbadia Lariana, Lecco, Ballabio, Galbiate, Olginate, Valgreghentino, Airuno.

> B.I.M./IL SITO WEB UFFICIALE DEL CONSORZIO